IVAN 4 U!

Ciao a tutti!

Il mio nome è Ivan, sono da sempre un appassionato di film e tecnologia: una passione, la mia, che è nata e cresciuta e che si è fortificata negli anni, non solo per quel che riguarda il film in sé, ma in generale per tutto ciò che è possibile applicare al concetto di film. Da qualche tempo, poi, ho scoperto l’esistenza della possibilità di applicare la tecnologia ai film: se una volta si utilizzava nei cinema la vecchia pellicola, oggi abbiamo la pellicola digitale, con un notevole risparmio nella creazione dei film; se una volta i film potevano essere visti solo al cinema, oggi possiamo vederli anche con il nostro smartphone o sul nostro televisore ad alta definizione.

Insomma, la tecnologia applicata ai film è qualcosa che mi appassiona da sempre e che mi ha spinto a riflettere sulla possibilità di informare, e di rendere al passo con i tempi, tutti i lettori del mio sito web.

Proprio per questo motivo, animato da interesse e passione, ho deciso di dare vita ad uno spazio virtuale in cui parlare degli argomenti che mi stanno più a cuore, e che, ne sono certo, stanno a cuore a moltissimi giovani come me, che non perdono l’occasione di conoscere le ultime novità in merito.

Il mio sito web sarà uno spazio semplice, dal design semplice ed usabile, un luogo in cui i lettori potranno trovare informazioni e notizie aggiornate quotidianamente sui settori più disparati di nostro interesse: qui troverete attenzione ai film maggiormente in voga e più conosciuti da sempre, ma anche attenzione al rispetto, il rispetto verso i produttori di questi film e verso chi investe quotidianamente il suo tempo ed i suoi soldi per renderli spettacolari.

Una cosa a cui ho pensato, al momento di creare il mio sito Internet, è stata proprio la necessità di dare uno spazio informativo sulla pirateria, che considero il male del secolo per il settore filmografico ma soprattutto per quello cinematografico (e non solo, se consideriamo che la pirateria interessa anche la discografia ed altri settori): nonostante siano state tantissime le pubblicità contro la pirateria di film e musica, nelle quali si sono messi in gioco anche personaggi importanti per cercare di offrire una certa sensibilità verso questo tema, la tecnologia e soprattutto la sua evoluzione potrebbero essere letali proprio a questo proposito, perché, se non ben canalizzati e se non ben utilizzati, potrebbero dare luogo alla fine del mercato dei film.

Al giorno d’oggi ci sono due situazioni complementari a cui bisogna fare riferimento: la prima è la maggiore frequenza con cui vengono resi pubblici e visibili nei cinema nuovi film di ogni genere, tipologia ed argomento, rendendo in questo modo facile per tutti trovare un film da vedere durante il fine settimana; la seconda è la situazione che si produce come controtendenza ma allo stesso tempo tendenza, perché se da un lato vi sono tantissimi film che è possibile andare a vedere al cinema, dall’altro lato i cinema sono sempre meno visitati per i più disparati fattori.

La minore affluenza nei cinema – che si verifica quasi sempre, a parte situazioni particolari – la si deve sostanzialmente a due motivi: il primo è un semplice (ed oseremmo dire banale) problema di fondi, che si presenta quando una famiglia composta anche solo da due persone fa fatica ad andare settimanalmente al cinema, soprattutto quando vi è un solo stipendio e si deve fare economia; il secondo motivo è dato dalla possibilità di ovviare al problema economico, grazie alla presenza di molti film nel settore della pirateria. Ciò significa sostanzialmente che, a parte rarissimi casi, ci ritroviamo spesso di fronte a situazioni in cui è possibile vedere un film appena uscito al cinema, utilizzando dei metodi non legali come quelli che consentono di scaricare questi film e vederli direttamente dal nostro pc: questo è un argomento su cui cercherò di porre molto spesso l’attenzione, perché la pirateria è un gravissimo problema che al giorno d’oggi è ancora troppo sottovalutato ed invece deve essere affrontato con coscienza ed informazione.

Ogni volta che si scarica un film o un cd o una canzone in maniera illegale, si sta dimostrando di non rispettare il lavoro di tutte quelle persone che sono dietro a quel lavoro e che hanno reso possibile far arrivare il film o il cd fino a noi: in questo modo uccidiamo il mercato e non facciamo solo del male a chi ha investito in quel film il proprio tempo, il proprio impegno, sacrifici e denaro, ma anche a noi stessi, perché senza il nostro contributo legale sarà sempre più difficile per queste persone creare dei film o musiche sensazionali, come il pubblico si aspetta.

Ma la pirateria, per quanto sia un sistema non legale, non è l’unico modo con cui si uccide il mercato dei film e della musica: molte persone tendono a preferire lo schermo della propria televisione per vedere un film che avrebbero potuto vedere al cinema, anche perché al giorno d’oggi i televisori offrono modalità di visione e di ascolto sempre più moderne e sempre più al passo con i tempi.

Ed ecco il bene ed il male della tecnologia applicata ai film: chi possiede una tv a schermo piatto, magari di 40 pollici ed oltre, magari in 3d o in alta definizione (HD), ottiene dall’esperienza visiva e televisiva qualcosa che si avvicina, a livello di emozioni e sensazioni, alla visione del film al cinema. Con, ovviamente, diversi punti di vantaggio per la visione in tv: guardando il film da casa, direttamente con la propria televisione, non si rinuncia alla bellezza di un grande schermo in cui ci si sente quasi immersi dentro il film quasi come dei protagonisti, ed allo stesso tempo si ha la possibilità di rimanere comodamente a casa, evitando le code al cinema, ed evitando il fastidioso vicino di sedia che non fa altro che ruminare pop corn o intavolare discussioni e commenti ad ogni battuta del film.

Questo non significa che io sia in controtendenza rispetto alla tecnologia ed alla sua evoluzione, anzi; sono pienamente consapevole e convinto del fatto che un uso corretto e parsimonioso della tecnologia applicata ai film sia un valore aggiunto e sia un aspetto molto positivo.

Tuttavia, penso che come in ogni aspetto della vita, anche su questo punto sia necessario fare delle valutazioni importanti, per evitare situazioni poco piacevoli e poco costruttive.

Vi auguro una buona permanenza sul sito e spero che gli argomenti da me trattati siano di vostro gradimento.